giovedì 17 marzo 2011

I giapponesi e il terremoto. Come un popolo unito con straordinaria dignità affronta la catastrofe.


Dopo i due post precedenti, dedicati a come aiutare economicamente le vittime del cataclisma che ha colpito il Giappone, e ringrazio di cuore tutti quelli che hanno aderito.
Con questo cercherò di dare un idea di come i giapponesi stanno reagendo. Spero di riuscire a dimostrare di come la situazione, per quanto grave, non sembra tanto catastrofica come spesso i media ci portano a pensare.

Per prima cosa vorrei postare una frase di una mia Sensei ( professoressa) di Giapponese, il giorno dopo il terremoto:

Per capire la vita, devi capire la morte.
Per capire la grazia della natura, devi capire la forza della natura.
Un nemico ti fa comprendere cos'e' un amico.
L'infelicita' ti fa capire la felicita'.
L'indifferenza ti fa capire l'amore.


martedì 15 marzo 2011

Giappone: un sms al 45500 per donare 2 euro


Dopo le indicazioni del post precedente sul come aderire alla raccolta fondi Groupon per la Croce Rossa Giapponese

Segnalo questa raccolta fondi organizzata dalla Croce Rosa Italiana a cui si può aderire semplicemente inviando un sms.

- La Croce Rossa Italiana in sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto e dallo tsunami. Attivata raccolta fondi

domenica 13 marzo 2011

Dona 1 Euro per supportare le operazioni di soccorso della Croce Rossa in Giappone. Uniamo le forze per un gesto che conta!


Nonostante l'emergenza continui, soprattutto per quello che riguarda la messa in sicurezza delle centrali nucleari colpite, molte iniziative di solidarietà per il Giappone sono state avviate. Tra  le più significative quelle intraprese dalla Croce Rossa Internazionale.

Groupon Italia a lanciato una iniziativa, a cui tutti possiamo partecipare, di supporto della Croce Rossa per gli aiuti in Giappone. Sì può donare a partire da 1 euro. Donare anche solo 1 euro è importante e farà sicuramente la differenza. Fatelo!! 


Questo il comunicato dell'iniziativa dal sito di Groupon:

venerdì 11 marzo 2011

Terremoto in Giappone. Continuano le scosse


Non avrei mai voluto scrivere un post del genere...

Aggiornamento 12/3: Continua lo sciame sismico anche se pare di minore intensità. Peggiora la situazione della centrale nucleare di Fukushima. C'è stata un esplosione e le pareti contenimento di un reattore sono crollate... Ci sono dei feriti tra il personale dell'agenzia. Agli abitanti della città è stato raccomandato di restare chiusi in casa. Il bilancio delle vittime è salito a 1500, il governo invita alla calma ma è caos in tutto il paese.
Per tutta la notte e mattinata (ora italiana), sono continuate le scosse, che hanno riguardato maggiormente le zone centrali del Giappone. Le zona più colpita oltre a Sendai ieri mattina è stata nella notte Niigata con scosse fino a 7,5 gradi della scala Richter.

Da circa 24 ore il Giappone è vittima di uno sciame sismico terrificante. Dopo la devastante scossa di stamane (le 15 in Giappone) presso Sendai. Ci sono state altre terribili scosse in diverse zone del Giappone, tra cui le più potenti si sono registrate nelle zone centrali del Kanto e del Tohoku.

mercoledì 2 marzo 2011

Buon Hinamatsuri!

L'Hinamatsuri 雛祭り, ovvero Festa delle Bambole, è una festa giapponese che si celebra il 3/3. In questa ricorrenza si prega e si fanno offerte affinchè le bambine della famiglia crescano sane. E' usanza in questo giorno montare una sorta di altare su cui mettere in mostra delle bambole (hinaningyò 雛人形), come fosse una tribuna. In questo altare viene rappresentata la corte imperiale e le bambole sono vestite secondo l'abbigliamento tradizionale della corte. Oltre alle bambole, l'altare viene decorato con boccioli di pesca e offerte di dolci come il saké bianco(shirozake白酒), dei dolci di riso a forma di diamante(hishimochi 菱餅) e palline di riso essiccato(hinaarare雛霰).

Shirozakè
Hinaarare e hishimochi



L'Hinamatsuri deriva da antiche credenze shintoiste sulla purificazione.Queste credenze ritenevano che i misfatti degli esseri umani potessero essere lavati via attraverso dei riti di purificazione che si svolgevano presso i torrenti.

Questa celebrazione risale all'incirca alla metà del VII secolo, durante il periodo Heian (745-1185) ed era fondato sulla credenza che le bambole avessero il potere di contenere gli spiriti malvagi e le malattie corporali. Essa trae le sue radici dall'antico cerimoniale dell' hina-nagashi (雛流し), durante il quale alcune bambole di paglia venivano posate lungo il corso di un fiume affinché portassero via con se gli spiriti maligni ed i cattivi auguri. E' soltanto dopo il periodo Edo (1603-1868) che cominciarono ad essere utilizzate le bambole che si usano ancora oggi.

In questa immagine e in quella sopra
l'hinaningyò allestito
nell'Istituto Giapponese di Cultura di Roma

Fonti: Wikipedia; Volantino dell'Istituto Giapponese di Cultura di Roma.


LinkWithin

Related Posts with Thumbnails