mercoledì 26 gennaio 2011

"Fuori i demoni! Dentro la fortuna!!!" Il 3 febbraio è il Setsubun





"Oni wa soto! Fuku wa uchi!!!" 



Setsubun simboleggia il giorno che precede l’inizio della primavera. Si celebra il 3 e 4 febbraio e cioè alla vigilia del capodanno secondo il calendario lunare
Durante la cerimonia, si lanciano fagioli di soia per celebrare l’arrivo della primavera e esorcizzare la casa dalla sfortuna, urlando “Che la fortuna giunga a noi e che i demoni se ne stiano lontani!” . 
Si dice "Oni wa soto! Fuku wa uchi!" in giapponese. 

L'origine del rituale del Setsubun

L'origine del Setsubun risale al periodo Heian (794-1185) . 

In passato il rituale era detto Tsuina. In questo si scacciavano i demoni con arco e frecce dalla corte imperiale. 

Dopo il periodo Muromachi (1336-1573) al posto delle frecce si cominciarono ad usare i fagioli. 



Nel video qui sotto è rappresentata la vecchia maniera di celebrare il Setsubun ovvero lo Tsuina, ripreso nel tempio Yoshida Jinja (Kyoto). Molto interessnte!



みなさん、節分(せつぶん)のいわれをごぞんじですか? 


節分というのは、季節を分ける節目という意味で、現在ではとくに立春(2月4日ごろ)の前の日をいいます。 

つまり旧暦の大晦日(おおみそか)ということですね。 



この節分の行事の起源はとても古くて平安時代にさかのぼることができます。 

当時は「追儺(ついな)」といい、宮中で悪霊を矢で払ったそうです。 

その後室町時代以降に炒った豆で鬼を追い払うという行事に変化し、庶民にも広がっていきました。 



このビデオは京都の吉田神社に伝わる古い節分行事(追儺祭)の一部です。 

domenica 23 gennaio 2011

Programma invernale dell'Istituto Giapponese di Cultura di Roma

Opera di Kaii Higashiyama

E' disponibile online il programma delle attività invernali dell'Istituto Giapponese di Cultura.  All'interno della rassegna Giappone  900, verrà esposta al pubblico la collezione di opere d'arte dell'istituto. La rassegna è articolata in due sezioni, dal 21/1 al 23/2 le stampe e dal 14/3 al 2/5 pittura, ceramica e arti applicate. Si potranno osservare pitture, xilografie, stampe, sculture e lacche realizzate dai maggiori artisti giapponesi del secolo scorso. Tra cui Yayoi Kusama, Kaii Higashiyama, Kenzo Okada.


La consueta retrospettiva cinematografica dell'Istituto sarà dedicata al regista Yasuzo Masumura 増村 保造. Dal 18/1 al 24/3, verranno proiettati 18 film tra i più rappresentativi dei 57 lungometraggi diretti dal prolifico regista. Il quale negli anni '50, non ancore trentenne, giunge a Roma per studiare al Centro  Sperimentale di Cinematografia. Tornato in Giappone debutta alla regia nel 1957 con il film Kuchizuke (The Kiss). L'autore scompare a causa di una malattia  nel 1986 a 62 anni.
I film verranno proiettati in lingua originale con sottotitoli in inglese. Qui il calendario completo delle proiezioni.

Yasuzu Masumura

venerdì 21 gennaio 2011

Yattaman!! Il nuovo film di Takashi Miike nelle sale italiane il 28/1


Distribuito dalle coraggiose Officine UBU, uscirà venerdì 28 gennaio nelle sale cinematografiche italiane il film degli Yattaman del geniale Takashi Miike. Chi non si è mai appassionato alle avventure di Ganchan, Janet  e del Trio Drombo? Chi può affermare di non aver subito il fascino della sensuale Miss Dronio? E la pietra Dokrostone, vi dice niente? 


Tra una settimana tutti gli appassionati e i nostalgici potranno godersi quest'avventura in live action. La quale, sono convinto, non deluderà. La regia di Takashi Miike ne è garanzia. Oltre alla sconfinata produzione Horror, a cui deve la sua fama, cito Ichi The Killer su tutti, è autore di diversi live action. Consiglio vivamente di recuperare il suo Zebraman, un capolavoro remake di una serie Tv giapponese di serie B degli anni '60. 


mercoledì 12 gennaio 2011

Streamitjapan, una tv online giapponese dedicata all'arte e alla cultura italiana ma non solo


Progetto interessante questo di streamitjapan. Inaugurato ufficialmente l'11/1/2011, offre contenuti multimediali sia in streaming che on-demand in alta qualità e gratuitamente. Una televisione ricca di diversi canali, riguardanti l'arte e la cultura italiana. Dedicata ad un'utenza principalmente giapponese, l'intera programmazione è al 90% in lingua giapponese e il restante comunque sottotitolato. Nel bouquet di canali offerti non mancano canali sulla cultura giapponese e focus su altri argomenti.

Oltre a canali specifici sulla cultura, l'arte, la musica, la cucina... italiani come: "Italia channel" "Art channel" "Kitchen channel"... c'è n'è uno dedicato alla cultura giapponese "Japan channel". Molto interessanti i canali "Japan Cortoons" e "Coortons TV", entrambi dedicati alla proiezione di corti animati, con il primo interamente dedicato ai corti giapponesi. C'è inoltre un Talent Channel, dedicato ai nuovi talenti italiani e giapponesi in cerca di spazi e due canali definibili guest, Miss Universe channel e W.B.C. channel, quest'ultimo canale della federazione mondiale di boxe.


Il progetto promette bene ed è anche molto ambizioso. Si presenta al mondo economico e produttivo italiano, come efficace vetrina per i prodotti del Made in Italy, di qualità, di entrare nel mercato giapponese. Saranno per questo attivati anche canali di vendita e-commerce per corrispondenza. Non so se Sreamitjapan riuscirà o meno nei suoi intenti ma, di fatto, ha già ottenuto il sostegno di importanti istituzioni italiane e giapponesi, come la Camera di Commercio Italiana in Giappone e L'Agenzia per il Commercio Estero Giapponese.


sabato 1 gennaio 2011

明けましておめでとうございます!!Il Capodanno giapponese


Il primo dell'anno è una tra le feste più sentite in Giappone. Sono molte le usanze, più o meno tradizionali, che regolano e codificano il passaggio tra il vecchio e il nuovo anno. Fino al 1873 si festeggiava il nuovo anno secondo il calendario cinese, dopodichè con la riforma Meiji, si festeggia secondo il calendario gregoriano.
Anche in Giappone, l'arrivo del nuovo anno, rappresenta un'occasione per fare buoni propositi per il futuro e fare i conti con le cose incompiute dell'anno appena trascorso.
Quest'anno, secondo la mitologia del calendario cinese, sarà l'anno del coniglio. A differenza dello stereotipo del "fifone", a cui è collegata la figura del coniglio nell'immaginario occidentale, in Giappone il coniglio incarna qualità di fierezza, scaltrezza e coraggio. Non è raro infatti, vedere raffigurate le effigi di questo animale sulle armature di molti grandi samurai del passato.

Kabuto(elmo)
Conservato al museo di Chiba
Avevo intenzione di scrivere un post sulle usanze giapponesi a capodanno ma guardando online mi sono reso conto che il web è pieno di articoli sul tema. Per chi volesse approfondire rimando a questo dettagliatissimo post di Higan.com.

Quindi in questo post mi limiterò a postare alcune immagini simbolo del Capodanno giapponese.


Tashikoshisoba 年越しそば


Toshikoshi vuol dire "trascorrere l'ultimo giorno dell'anno". Questo piatto si mangia alla vigilia del capodanno. Rappresenta il desiderio di trascorrere una lunga e sana vita. Proprio come i Soba, lunghi, sani e buoni.


Mochitsuki 餅


Così si chiama la tradizionale cerimonia di preparazione del Mochi. Dolce tradizionale a base di riso tritato e pestato fino ad ottenere una pasta bianca morbida e appiccicosa. Si mangia tutto l'anno ma è tradizione consumarlo a capodanno. Affascinante la tecnica di preparazione, qui un video esplicativo.




L'Hatsumode 初詣 

Calca al Tempio Shintoista 
Tra tutte le usanze dell'お正月(capodanno), la più importante è sicuramente l'Hatsumode. La prima visita dell'anno al Tempio. Solitamente Shintoista ma molti si recano anche in quelli Buddhisti . Dalla notte del primo gennaio, i Templi Shintoisti giapponesi sono letteralmente presi d'assalto. Usanza antica di millenni, i giapponesi, per un auspicio di felice e prospero nuovo anno si recano in visita ai Kami 神 (tra lo spirito e la divinità. Incarnano l'essenza dello Shintoismo, la religione autoctona del Giappone).

Buon anno del coniglio a tutti!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails