martedì 2 settembre 2008

Takeshi Kitano con Achille e la Tartaruga in concorso a Venezia


Il 28 agosto nel secondo giorno della 65esima mostra del cinema di Venezia è stato proiettato in concorso "Achille e la Tartaruga" (アキレスと亀) il nuovo film di Takeshi "beat" Kitano. SI leggono diverse recensioni che lo eleggono a suo miglior film degli ultimi anni, film che va a chiudere la trilogia iniziata con "Takeshi's" e continuata con "Glory to the Filmmaker". Entrambi i film, purtroppo, non hanno avuto nessun tipo di distribuzione cinematografica in Italia, di Takeshi's è stato distribuito il dvd in italiano ma è praticamente introvabile, l'unico modo per vederli e quello di procurarseli attraverso applicazioni p2p. Stessa sorte sembra toccare anche a questa ultima fatica del 先生, dato che nessuna distribuzione italiana si è ancora interresata all'opera. Questo conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, la miopia della grande distribuzione legata ad una generale arretratezza strutturale dell'industria culturale nostrana. La quale importa e produce "monnezza" della peggior specie, facendosi poi "sfuggire" i capolavori di uno dei più geniali autori cinematografici, nonostante questi scelga sempre Venezia per presentare i suoi film.
In questo film Kitano (che è anche attore dei suoi film) veste i panni di un artista poco talentuoso che lavora in collaborazione con la moglie. Il film è incentrato sulle difficoltà della vita artistica e dimostra - come afferma lo stesso Kitano - che “anche le persone senza talento dovrebbero dedicarsi a quello in cui credono, affrontando allo stesso tempo la realtà”.
Di sopra ho postato il trailer


またね!!

6 commenti:

  1. Spero di vederlo quanto prima!

    "Takeshi's" mi pare sia stato pubblicato in italia! Certo, come al solito in versioni scarne e curate alla meno peggio.

    Ho visto "Glory to the Filmmaker".
    Sconnesso, gigionesco, superficiale e contemporaneamente profondo. Troppo bravo Kitano. Oltre i gusti della critica e oltre i gusti del pubblico.

    RispondiElimina
  2. Le premesse del film sembrano molto interessanti. Soprattutto, la figura un pò grottesca e anti retorica del personaggio Kitano si adatta ancora ad una trattazione "nuova" della tematica artistica, spesso preda del clichè artista-genio-tormento-con-pathos!

    RispondiElimina
  3. Ciao, Txkun è vero è uscito in dvd distribuito dalla dolmen home video, non ne ero al corrente grazie per la segnalazione ho provveduto a correggere il post.

    RispondiElimina
  4. finalmente Kitano ha risolto quel conto in sospeso che aveva con "l'arte", e il suo momento di crisi è passato!!

    RispondiElimina
  5. Questo film mi incuriosisce parecchio, secondo me promette molto bene! Non vedo l'ora di vederlo! (^_^)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails